Festival della robotica: Pisa capitale innovazione 4.0

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Pisa diventa capitale della robotica. La città toscana ospiterà il Festival della Robotica Internazionale dal 27 settembre al 3 ottobre 2018. L’evento è promosso dalle principali istituzioni della città di Pisa e della Regione Toscana in collaborazione con le università e vari istituti di ricerca.

Si tratta della seconda edizione del festival, dopo quella del 2017 che ha fatto seguito al congresso dell’aprile 2016 – “La Robotica Pisana: realtà, opportunità, prospettive. Ricerca, Formazione, Applicazioni, Industria” – e che ha ottenuto un grande successo di pubblico. Di qui l’idea di mettere in piedi una sorta di evento permanente che fosse un punto di riferimento del settore in Italia.

La ricerca italiana è all’avanguardia e l’industria della robotica e dell’automazione sono anch’ esse tra le primissime al mondo, sia nella produzione di robot e macchine automatiche sia nel loro utilizzo. La Toscana, in particolare Pisa, è un polo di eccellenza: la regione vanta un sistema di ricerca in robotica attivo dai primi anni ’80, caratterizzato da una profonda interdisciplinarità e riconosciuto oggi come di assoluta valenza internazionale. La città ha acquisito nell’ambito della ricerca e delle applicazioni nel settore della robotica un ruolo di leadership, tanto da poter essere considerata la “città delle tecnologie”, e il festival della robotica coglie l’opportunità di mostrarlo.

Tra gli argomenti che saranno trattati durante la manifestazione, sarà di notevole interesse capire come la robotica e l’innovazione 4.0 potranno divenire protagonisti in settori come la medicina, chirurgia, industria ma anche agricoltura, veterinaria, economia, etica e filosofia.

L’evento pisano racconta un mercato che, in Italia, cresce in maniera sostenuta. Secondo i dati preliminari della Federazione robotica internazionale (Ifr) il “Made in Italy” aumenta del 19% anno su anno: un ritmo migliore di Germania, Giappone e Usa che sono Paesi leader mondiali.

La forte crescita del nostro paese, che si attesta all’ ottavo posto mondiale sia per vendite che per densità di robot, nasce da diversi fattori. Certamente la politica di incentivazione di Industria 4.0 ha dato un forte impulso agli investimenti ma ad allargare il mercato è stata anche la tendenza a introdurre nuove macchine.

L’installazione di robot collaborativi ha, infatti, permesso di allargare il mercato portando questa nuova tecnologia non solo nelle grandi fabbriche ma anche nelle piccole e medie imprese, che sono la spina dorsale del manifatturiero italiano.

Share.

Commenti chiusi.

Questo sito utilizza cookies propri e di terze parti per migliorare la tua esperienza di navigazione.
Chiudendo questo banner, cliccando “Accetto” o proseguendo la navigazione sul nostro sito, acconsenti all’utilizzo di cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi