Prysmian Group: impegno UE su connettività a FT-ETNO

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Prysmian Group chiede un forte impegno sugli obiettivi UE per la connettività in occasione dell’ FT-ETNO Summit di Bruxelles

Lunedì 15 ottobre si è tenuto a Bruxelles l’ FT-ETNO Summit 2018, che ha riunito i protagonisti europei sia lato business, sia lato istituzionale, del settore delle telecomunicazioni.

Quest’anno si sono affrontati temi che vanno da bilanci e prospettive del ruolo della tecnologia nella società europea alle infrastrutture digitali come fattori abilitanti per l’economia.

Philippe Vanhille, Senior Vice President Telecom Business di Prysmian Group, ha presentato la sua visione per il futuro del settore delle telecomunicazioni e del digitale in occasione della tavola rotonda dedicata al futuro della banda larga, a cui ha partecipato insieme con i vertici dei principali operatori europei del settore.

Vanhille ha sottolineato l’importanza, sia per gli investitori, sia per i policy maker, di avere una visione a lungo termine in tema di banda larga: in un settore digitale in rapida evoluzione, questo significa in primo luogo promuovere l’implementazione di un’infrastruttura passiva di alta qualità che sia in grado di rispondere in maniera adeguata alle future richieste di capacità digitale, non ancora definibili.

In un contesto in cui il negoziato sul futuro quadro delle telecomunicazioni dell’Unione Europea è finalmente completato e il Parlamento Europeo inizia a prepararsi alle elezioni del prossimo maggio, politici e funzionari dell’UE stanno affrontando un periodo di valutazione e di brainstorming. Da un lato, dovendo attuare le disposizioni nei relativi regolamenti nazionali, hanno la necessità di analizzare gli effetti immediati della nuova cornice normativa, dall’altro stanno già pensando alle direzioni future su cui indirizzare l’ economia digitale europea in vista della prossima tornata elettorale.

Prysmian Group è convinto che, anche in questo momento di cambiamento politico, sia fondamentale rimanere concentrati sugli ambiziosi obiettivi stabiliti dalla Commissione Europea sulla connettività, investendo innanzitutto in un’ infrastruttura in fibra ottica omogenea e pronta per il futuro.

“È necessario che la diffusione massiccia della fibra diventi un obiettivo condiviso in quanto solo una solida e fitta rete in fibra ottica è in grado di soddisfare i requisiti delle future applicazioni digitali”, ha commentato Philippe Vanhille. “Per questo motivo, Prysmian Group continuerà a contribuire con determinazione al dibattito dell’UE su un tema come questo, a nostro avviso fondamentale, operando per garantire che venga mantenuto l’accento sulle esigenze infrastrutturali che soddisferanno in futuro le richieste digitali dei cittadini europei. Con una posta in gioco così elevata, è più che mai importante che la convenienza politica non interferisca con investimenti solidi e sani”.

Share.

Commenti chiusi.

Questo sito utilizza cookies propri e di terze parti per migliorare la tua esperienza di navigazione.
Chiudendo questo banner, cliccando “Accetto” o proseguendo la navigazione sul nostro sito, acconsenti all’utilizzo di cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi