Sezione: Attualità

Si parla molto di cyber security e dell’importanza strategica e crescente delle reti di telecomunicazioni in quanto infrastrutture critiche abilitate al trasporto dei dati e non solo. “L’intelligenza” di cui sono dotate le reti di nuova generazione ultrabroadband  –  già in grado di riconoscere la tipologia di dati, di “imparare” dagli stessi per instradarli nella maniera più efficiente possibile e persino di “autoadattarsi” in tempo reale a specifiche necessità, in caso di picchi ad esempio  – apre nuovi scenari in termini di funzionalità e servizi, ma nello stesso tempo espone le infrastrutture a rischi crescenti. Le reti di Tlc non…

Share.

Telecomunicazioni, acqua, luce, gas, ma anche trasporti: le infrastrutture critiche sono quelle la cui distruzione o interruzione anche parziale possono compromettere il funzionamento normale di un Paese. La globalizzazione e la liberalizzazione – con i loro aspetti economici, sociali, tecnologici e politici – comportano infrastrutture critiche sempre più interoperabili e integrate. Questi fenomeni presentano nuove e difficili sfide nella gestione e nella protezione di questi sistemi e, in particolare, impongono lo sviluppo di strategie innovative per garantire la continuità del servizio. Tra queste la sfida cyber. Nel 2018 nell’Unione Europea entrerà in vigore la Security of Network and Information Systems Directive…

Share.

Il nodo Comuni è il maggior ostacolo sul cammino della banda ultralarga italiana? È sempre lo stesso da anni e continua ad esserlo: la burocrazia. Nonostante gli sforzi del governo per mettere in campo risorse dedicate, nonostante il battage informativo, nonostante le evoluzioni tecnologiche che hanno consentito di semplificare, e non poco, la posa dei cavi (si pensi alle mini-trincee), nonostante gli investimenti al rialzo da parte degli operatori e dei produttori, la burocrazia continua a rappresentare l’intoppo maggiore. E la sfida più importante resta sempre quella a livello dei Comuni. Per fare un esempio, Open Fiber, la società di…

Share.

Una strategia comune sulla cybersecurity. La Commissione ha presentato un nuovo piano per la cybersecurity , in forma di proposta indirizzata al Parlamento europeo a al Consiglio. In occasione del discorso sullo stato dell’Unione il presidente della Commissione Europea, Jean Claude Juncker, ha sottolineato come la tutela dei dati, dei sistemi IT e delle reti, sia diventata oramai centrale e come serva una più stretta collaborazione tra gli stati, per rispettare la road map del mercato unico digitale al 2025. L’obiettivo è quello di rendere più coordinate, a livello europeo, le azioni relative alla sicurezza alla base – si legge…

Share.

Obiettivo 2025: l’industria italiana si allea per lo sviluppo digitale del Paese. Il mondo dell’industria e dei servizi è alle soglie di un cambiamento epocale ” L’ Industria 4.0 ” e di questo è consapevole anche il Governo Italiano che ha varato a settembre 2016 un ambizioso programma di interventi, nell’ambito del Piano nazionale Industria 4.0 approvato con la Legge di Stabilità, a favore delle imprese che intendono intraprendere la strada della nuova frontiera tecnologica e digitale. A chi si rivolge l’Industria 4.0 ? Chi sono i soggetti principalmente coinvolti? Come includere le PMI in questo processo di digitalizzazione? Cosa i…

Share.

Il varo del piano Industria 4.0 del governo italiano ha acceso i riflettori sull’ intelligenza artificiale ( AI ). La nuova manifattura sarà guidata da robot in grado di gestire tutta la filiera produttiva. Le associazioni di categoria del settore meccanico snocciolano numeri che parlano di una forte ripresa del mercato interno per quanto riguarda la domanda di sistemi basati su intelligenza artificiale ( AI ). Secondo i dati di Ucimu-Sistemi per produrre i numeri del comparto robot arriveranno a fine 2017 molto vicino ai livelli del periodo pre-crisi, a 4,25 miliardi di Euro. Quanto ai dati di Federmacchine, la…

Share.

Ci sono una buona e una cattiva notizia sul cammino della banda ultralarga Italia. La cattiva notizia è che a dispetto della crescita degli investimenti da parte degli operatori, sul territorio nazionale risultano in aumento le aree bianche, quelle dove non vuole investire nessuno sulla banda ultralarga Italia poiché considerate a fallimento di mercato. Stando ai dati forniti dalle telco alla in-house del MISE rispetto alle precedenti consultazioni (2015 e 2016) si registra la sostanziale assenza di crescita nelle intenzioni di investimento per le reti a 100 Mbps (23,07% al 2018 e 23,7% al 2020). In discesa anche le intenzioni…

Share.

L’ Internet of Things ( IoT ) sta per diventare realtà. Secondo Accenture nel 2020 si arriverà a oltre 25 miliardi di apparati connessi. Nel suo libro ” Designing the Internet of Things “, il tecnologo Adrian McEwen evidenzia come le idee e i prodotti vincenti dovranno collegare oggetti della vita quotidiana, andando ad aumentare la diffusione di apparati e sensori nonché la mole di dati che dovranno essere gestiti. Cresceranno anche le opportunità di business in termini di diffusione di piattaforme di sviluppo così come in termini di soluzioni di connettività. Tre sono i gradi di maturità dell’ IoT dal punto di…

Share.

Non solo quantità ma qualità. La partita della banda ultralarga si giocherà anche e soprattutto sul fronte della qualità della fibra e degli altri componenti della rete. Se è vero che da un lato la capillarità della diffusione delle nuove reti farà inevitabilmente la differenza in  quanto a diffusione dell’ “ alta velocità ” dei bit e dei servizi evoluti, dall’ altro la differenza di “ valore ” si misurerà in termini di qualità, ossia di capacità delle reti di garantire la customer experience. In Italia stanno per partire i cantieri per cablare le aree bianche, quelle oggetto dei bandi…

Share.

Questo sito utilizza cookies propri e di terze parti per migliorare la tua esperienza di navigazione.
Chiudendo questo banner, cliccando “Accetto” o proseguendo la navigazione sul nostro sito, acconsenti all’utilizzo di cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi