Sezione: Tecnologia

Banda larga a velocità della luce? Un sogno che può diventare realtà. Si chiama Li-Fi, il sistema corrispondente ottico del Wi-Fi. Introdotto per la prima volta da Harald Haas, docente di comunicazioni mobili all’ Università di Edimburgo, in uno speech, un discorso al Ted Global nel 2011, la particolarità del Li-Fi sta nel fatto che le frequenze occupate per le comunicazioni appartengono allo spettro della luce visibile e non a quelle radio. Con una serie di interessanti conseguenze. Per prima cosa con il Li-Fi viene a mancare il conflitto con ogni trasmissione radio, in termini di interferenza dovuta all’occupazione dello…

Share.

Internet of Things , interfaccia uomo-macchina, catene di montaggio “pilotate” da remoto. Sono solo alcune delle tecnologie chiave per l’Industria 4.0, abilitate da connessioni che devono essere sempre più potenti. In questo contesto il 5G gioca un ruolo chiave: il poter connettere alla rete in maniera più funzionale i sistemi ma anche le aziende e clienti, rappresenta un’esigenza basilare nella proposta di soluzioni di nuova generazione che sottendono l’utilizzo di reti di trasmissione più veloci e affidabili.Ma perché il 5G è essenziale per lo sviluppo dell’Industria 4.0?Per prima cosa per la sua bassa latenza: le nuove tecnologie automatizzate richiedono una…

Share.

Le città alla sfida dell’urbanizzazione intelligente. Oggi circa il 54% della popolazione mondiale vive nei grandi centri. Entro il 2020 – prevedono i World Urbanization Trends dell’Onu – il tasso di urbanizzazione in Europa raggiungerà percentuali fino all’80% mentre in America i livelli saranno ancora più elevati. Si tratta di numeri “importanti” che vanno letti ed interpretati anche alla luce delle recenti evoluzioni tecnologiche – condivisione e analisi dei dati, ad esempio – e di come queste possano fornire nuove soluzioni ai problemi derivanti da questa poderosa crescita. Un esempio di come la tecnologia viene in aiuto delle trasformazioni urbane…

Share.

Open Fiber, la società di Enel e Cdp (Cassa depositi e prestiti), è ufficialmente la nuova protagonista della banda ultralarga italiana. La società capitanata da Tommaso Pompei si è infatti aggiudicata, dopo un lungo percorso, il bando Infratel da 1,4 miliardi per la realizzazione della rete in fibra di proprietà pubblica (la rete è in concessione per 20 anni) nelle aree bianche (a fallimento di mercato) di Abruzzo, Emilia Romagna, Lombardia, Molise, Toscana e Veneto per un totale di 3.000 comuni coinvolti, circa 6,5 milioni di cittadini, 3,5 milioni di unità immobiliari e oltre 500.000 sedi di imprese e pubbliche…

Share.

La banda ultralarga sarà la chiave di volta per la ripresa del comparto dell’edilizia? A propendere per il sì è un’ampia schiera di esperti. Non a caso sulla questione si sono accesi i riflettori di convegni e dibattiti, complice l’entrata in vigore delle nuove norme, ossia la Legge 164/2014 che fissa l’obbligo, dal primo luglio del 2015, per gli edifici di nuova costruzione e per quelli in cui vengano effettuate opere di ristrutturazione significative, di realizzare un’infrastruttura fisica multiservizio passiva in cui far passare i cavi in fibra e, a seguire, il Dl 33 2016, meglio noto come Decreto Fibra…

Share.

Per scrutare nelle profondità della nostra galassia serve anche la fibra ottica. Lo dimostra il progetto attualmente in fase di realizzazione dello Square Kilometre Array ( SKA ), il più grande radiotelescopio al mondo che rivoluzionerà letteralmente la nostra capacità di comprendere l’universo. SKA verrà costruito in due fasi (SKA 1 e SKA 2) a partire dal 2018. Quando la prima fase della realizzazione entrerà in linea, rappresenterà solo una frazione dello strumento finale. Eppure solo il radiotelescopio in Sudafrica a partire dal 2020 produrrà un quantitativo di dati sufficiente a riempire gli hard disk di 340mila laptop ogni giorno:…

Share.

Densità e flessibilità. FlexTube ®, i cavi in fibra ottica con la fibra insensibile alla piegatura BendBright xs di Prysmian, sono la ricetta per sposare due requisiti che sembrano apparentemente antitetici. Le prime installazioni sono state realizzate in Australia, nella baia di Sydney, con risultati unici nel settore. Il protagonista è il nuovo cavo 1728 fo Flextube ® che nello stesso condotto da 32 mm è in grado di portare molta più fibra ottica rispetto al precedente cavo 624 fo LT mantenendo la completa retrocompatibilità e senza bisogno di cambiare gli apparati per l’installazione e la manutenzione dei cavi. «La nostra…

Share.

Crescono le connessioni WiFi e, paradossalmente, cresce il bisogno di infrastruttura cablata in larga banda per alimentarle. La crescita del WiFi di nuova generazione infatti è sempre più rapida e la sua adozione sta cambiando i requisiti delle infrastrutture sulle quali si appoggia. I fattori tecnologici di questa accelerazione sono fondamentalmente due: l’utilizzo di un secondo fascio di frequenze radio rispetto a quelle assegnate al WiFi sinora e il consolidamento del nuovo standard 802.11ac. Secondo le stime di Dell’ Oro, infatti, alla fine del 2016 i chip radio nello standard 802.11n e 802.11ac venduti in tutto il mondo, sia sui…

Share.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi