Kairos : fibra e nuove tecnologie installative

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Analizzare le opportunità e le prospettive future generate dalla fibra e dalle nuove tecnologie installative, sottolineando l’importanza di una vera e propria cultura digitale che coinvolga tutti i settori dell’economia: dalla manifattura alla sanità, passando dall’ Internet delle Cose fino alla comunicazione e all’intrattenimento. E’ stato questo l’obiettivo del convegno “ Kairos : la cultura digitale attraverso la fibra e le nuove tecnologie installative” organizzato a Roma il 25 ottobre da Prysmian Group, leader mondiale nel settore dei cavi e sistemi per l’energia e le telecomunicazioni, e IATT – Italian Association for Trenchless Technology – con la partecipazione e il supporto dei principali protagonisti del settore: Italtel, Sirti, Infratel Italia e il Dipartimento di Management e Tecnologia dell’ Università Bocconi di Milano.

Per massimizzare le opportunità portate da questo momento, le imprese di oggi devono gestire il cambiamento come parte integrante del loro normale business e capire quali siano gli impatti sull’organizzazione esistente.
La banda ultralarga raggiungerà tutti incondizionatamente: utenti privati, commerciali, industriali e istituzionali. Per questa ragione, andranno colte tutte le opportunità che operatori e professionisti del settore offriranno.

Prysmian, che fa innovazione da 40 anni nel settore delle fibre ottiche, migliora costantemente i propri prodotti con l’obiettivo di rendere la costruzione in Europa della rete a banda larga più facile ed economicamente sostenibile.

I soggetti pubblici sono chiamati a fare investimenti importanti per colmare un deficit infrastrutturale che gli operatori di mercato hanno lasciato su gran parte del territorio. Lo sviluppo di una nuova infrastruttura può garantire una crescita omogenea delle nuove imprese sul territorio senza che abbiano la necessità di trasferirsi per avere accesso alla banda ultralarga.

La sperimentazione è il mezzo con il quale raggiungere i risultati prefissati. Stiamo assistendo a un fermento di iniziative concorrenti e parallele e la sfida sarà trovare un punto di incontro che possa generare una adeguata competitività. L’Italia per diventare un top player digitale dovrà puntare su un’infrastruttura di rete forte e all’avanguardia.

In merito all’impiego delle nuove tecnologie, IATT sta definendo le norme che a livello nazionale indicheranno i nuovi standard da adottare in sostituzione degli scavi tradizionali e, parallelamente, sta sviluppando un’attività di formazione con gli ordini professionali, architetti, ingegneri, per sensibilizzarli all’utilizzo.

Oggi si discute anche un altro tema molto importante e particolarmente attuale, ovvero l’evoluzione dei processi, dei modelli di business e delle tecnologie portata dall’Internet of Things e dall’industria 4.0. L’industria italiana ha la necessità di cogliere le opportunità legate a questa innovazione in tanti settori, da quello economico fino ad arrivare ad aziende come Italtel e tante altre imprese italiane che possono trarre vantaggi contribuendo all’innovazione tecnologica e processiva nel settore. Proprio nelle ultime settimane è stata prevista l’adozione, nell’ambito della Legge di Stabilità 2016, di importanti misure di ammortamento velocizzato, rinnovo di macchinari, etc.. che sposano perfettamente il passaggio alle tecnologie 4.0.

L’ IoT, quindi l’applicazione sistematica di sensori e di oggetti intelligenti alla produzione industriale e allo sviluppo delle attività economiche, comporta modifiche importanti rispetto alle reti di oggi dalle quali non si può prescindere: una copertura territoriale del 100%, una distribuzione della banda ultralarga con una latenza inferiore e, per quanto concerne il wireless, la velocizzazione di bande di frequenza per le telecomunicazioni.

 

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Share.

Commenti chiusi.

Questo sito utilizza cookies propri e di terze parti per migliorare la tua esperienza di navigazione.
Chiudendo questo banner, cliccando “Accetto” o proseguendo la navigazione sul nostro sito, acconsenti all’utilizzo di cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi