Soluzioni Prysmian per integrare Energia e Telecom

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Prysmian Group, leader mondiale nel settore dei sistemi in cavo per l’energia e le telecomunicazioni, gestisce da sempre il trasporto e la distribuzione di energia e delle informazioni, con l’obiettivo di minimizzare l’impatto ambientale e gli sprechi derivanti dai processi produttivi. La sostenibilità e la salvaguardia dell’ambiente rappresentano due concetti fondamentali per il nostro Gruppo. Gestire al meglio le informazioni e risparmiare energia a tutti i livelli è diventata la vera sfida per il futuro della nostra azienda, che ha i due know-how ( energia e telecom ) nel proprio DNA.

L’energia elettrica viene prodotta sia da fonti tradizionali in grandi centrali alimentate da combustibile fossile e nucleare, sia attraverso modalità differenti e, oggi, viene ricavata anche da fonti rinnovabili e sostenibili, in grado di garantire una produzione  efficiente. Tuttavia, la costante e sempre maggiore richiesta di energia elettrica, rende necessaria un’evoluzione, basata sull’ applicazione di nuovi criteri di progettazione e sull’ impiego di materiali avanzati con lo scopo di migliorare le prestazioni, sulla diffusione di dispositivi elettronici per ottimizzare le risorse esistenti e migliorare la flessibilità della rete in caso di interruzioni, sull’ impiego di tecnologie di stoccaggio a tutti i livelli per mitigare i picchi di domanda ed estendere lo sfruttamento dell’ energia prodotta a partire da fonti rinnovabili, sull’ utilizzo di metodi di trasmissione e distribuzione più flessibili per bilanciare le fluttuazioni dell’approvvigionamento e aumentare l’efficienza e ottimizzare le prestazioni.

Anche le informazioni hanno raggiunto una dimensione tale che consente loro di essere fruibili e trasmissibili in tempo reale in qualsiasi luogo.

Negli ultimi decenni la situazione è cambiata in maniera radicale; nel secolo scorso, ad esempio, produrre energia significava essenzialmente bruciare risorse provenienti da fonti non rinnovabili – in modo particolare petrolio e carbone – e, di conseguenza, contribuire all’inquinamento del pianeta.

Anche la produzione e la diffusione di informazioni, indirettamente, comportava l’inquinamento del pianeta, attraverso l’impiego di risorse non rinnovabili, come lo sfruttamento massiccio degli alberi dai quali ricavare la carta su cui poi utilizzare l’inchiostro, a sua volta inquinante.

Prysmian Group, leader mondiale nel settore dei sistemi in cavo per l’energia e le telecomunicazioni, gestisce da sempre il trasporto e la distribuzione di energia e delle informazioni, con l’obiettivo di minimizzare l’impatto ambientale e gli sprechi derivanti dai processi produttivi. La sostenibilità e la salvaguardia dell’ambiente rappresentano due concetti fondamentali  per il nostro Gruppo.

I due mondi, energia e telecom, fino a qualche tempo fa, agli occhi dei non addetti ai lavori, potevano apparire distinti e distanti tra loro: da un lato, si produceva energia e la si distribuiva, dall’altro, principalmente si telefonava per sapere come si stava.

In una telefonata degli anni ‘30 la domanda di rito era “come stai?”, perché si dava per scontato che la persona chiamata fosse comodamente seduta davanti al telefono di casa. La stessa domanda oggi è diventata “cosa stai facendo?”, in quanto il “come stai?” e il “dove sei?” sono esplicitati, nella maggior parte dei casi, dalla videochiamata.

Anche la conformazione del tessuto urbano è mutata nel corso degli anni. Le città stanno affrontando la sfida dell’urbanizzazione intelligente, che si concretizza nella formazione delle nuove smart cities e smart grids.

Gli edifici intelligenti generano enormi quantità di dati e di conseguenza aumenta il fabbisogno di una maggiore larghezza di banda, di una più elevata flessibilità della rete e di continui punti di accesso. Il cablaggio strutturato e le reti dati diventano elementi fondamentali per garantire a tutta la popolazione un continuo e rapido scambio di informazioni.

Lo stato delle reti elettriche tradizionali, combinato assieme a diversi fattori, come la generazione di energia elettrica attraverso fonti rinnovabili, ha fatto nascere la necessità di smart grids.

Anche il mondo dell’ energia, seppur in maniera più lenta rispetto a quello delle tlc , ha rivoluzionato il proprio paradigma di produzione, distribuzione e consumo in un modo più articolato e sempre più complesso, attraverso l’introduzione di variabili produttive di dimensioni sempre più piccole, che devono necessariamente poter dialogare fra di loro in tempo reale. Basti pensare ai cavi dotati di sensori, che permettono di avere in tempo reale informazioni sullo stato della rete, dei cavi stessi e dei loro componenti, o ai cavi ibridi in grado di portare le informazioni alle/dalle antenne e contemporaneamente anche alimentare le antenne stesse con l’energia necessaria per farle funzionare.

Gestire al meglio le informazioni e risparmiare energia a tutti i livelli è diventata la vera sfida per il futuro della nostra azienda, che ha i due know-how ( energia e telecom ) nel proprio DNA.

Tra le principali soluzioni del Gruppo Prysmian che integrano in se i due mondi, possiamo citare Verticasa e VerTV che – oltre ad essere parte essenziale delle comunicazioni audio-video e voce – permettono di gestire anche tutte le informazioni della domotica evoluta e controllare i consumi dell’energia di un appartamento utilizzando tutti i cavi energia per applicazione terziaria/residenziale.

Con la gamma completa di connectivity Oasys si esce dalla casa e dagli immobili, pubblici e privati,  per consentire la trasmissione di tutti i dati verso i punti di scambio e di interazione con altri sistemi, utilizzando come parte di sostegno fisico quelle stesse infrastrutture che appartengono solitamente al mondo della distribuzione di energia e dell’alta tensione. Su queste linee corrono cavi ottici interrati o aerei nelle varie versioni sia autoportanti che OPGW ( funi di guardia dotate di fibra ottica ).

Occorre orientarsi sempre di più verso soluzioni che prendano in considerazione entrambi i settori, ai quali va riconosciuta pari dignità per evitare di ragionare solo per compartimenti stagni.

In Prysmian, quando progettiamo un cavo per trasmissione o distribuzione di energia pensiamo immediatamente all’utilizzo di materiali riciclabili, ai cicli di vita, alle temperature di esercizio e a molte altri componenti e paramenti che vengono controllati in tempo reale attraverso sensori ottici.

Sono necessarie soluzioni sempre più evolute, che consentano il trasporto di una quantità sempre maggiore di informazioni, come la fibra ottica, che a sua volta necessita di tanta energia per essere prodotta.

Allo stesso tempo, l’energia viene trasportata attraverso cavi in grado di resistere per anni in ambienti gravosi, a loro volta controllati da sistemi capaci di dialogare con sicurezza e velocità per garantirne l’affidabilità nel tempo.

Share.

Commenti chiusi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi